AcomeA: Equity? Puntare sulle "multinazionali tascabili"

A detta di Giacomo Tilotta,H ead of European Equity di AcomeA Sgr, in questa fase assume molta importanza nel mercato italiano lo 'stock picking' e ci sono delle opportunita', in un'ottica di medio termine, tra le piccole e medie imprese con caratteristiche di 'multinazionali tascabili'.

di Marco Fusi Mf-Dow Jones17/04/2020 18:30



AcomeA: Equity? Puntare sulle "multinazionali tascabili"

A detta di Giacomo Tilotta,H ead of European Equity di AcomeA Sgr, in questa fase assume molta importanza nel mercato italiano lo 'stock picking' e ci sono delle opportunita', in un'ottica di medio termine, tra le piccole e medie imprese con caratteristiche di 'multinazionali tascabili'.

"Mantenendo una view di lungo termine, a nostro avviso, interessanti opportunita' possono emergere dall'universo delle mid e small cap italiane. Parliamo - commenta proprio l'esperto - di quelle "multinazionali tascabili", di quelle realta' innovative e altamente competitive sui mercati globali. Di fatto, le eccellenze del nostro Made in Italy. Queste aziende presentano un basso indebitamento, margini sostenibili, visione internazionale e un management direttamente coinvolto. Possono inoltre consolidarsi, e quindi aumentare la loro presenza sul mercato, con realta' piu' piccole o con altre aziende straniere che trattano a valutazioni piu' interessanti".

Per quanto riguarda il settore finanziario, aggiunge Tilotta, "al contrario della precedente crisi, oggi le banche rivestono un ruolo da protagoniste. A differenza della precedente crisi, in cui erano la causa, oggi rappresentano la soluzione per trasmettere gli stimoli monetari e fiscali all'economia reale. Le banche italiane oggi presentano un asset quality migliore non solo rispetto alla precedente crisi e agli anni della crisi dei debiti sovrani europei, ma anche rispetto alle banche europee.
Il regolatore sta inoltre venendo incontro al settore bancario, attraverso misure che posticipano nel tempo l'aumento richiesto sui requisiti patrimoniali e sulla copertura dei crediti. Queste azioni riducono la pressione sul capitale delle banche e liberano risorse per nuove esposizioni".

Secondo l'esperto, "l'elevata incertezza della situazione che stiamo attraversando trova riscontro nei messaggi delle aziende che abbiamo incontrato, cosi' come i primi lenti segnali di ripresa del mercato cinese. La situazione della liquidita' al momento non manifesta situazione di eccesso, anche se il protrarsi di questa situazione, comporterebbe delle problematiche maggiori, specie per quelle societa' che, a oggi, si presentano con una situazione debitoria stressata. È difficile, anzi impossibile, prevedere l'andamento futuro dei mercati e capire se i minimi di meta' di marzo possano essere ritestati o meno".

"Crediamo che lo sforzo dei risparmiatori, come quello degli investitori, debba essere oggi rivolto a ricercare opportunita' in un orizzonte temporale di medio lungo periodo sulla base dei fondamentali delle societa' su cui si investe".

Allo stesso tempo analizzando in maniera selettiva le societa' Tilotta sottolinea che - ci sono societa' che oggi, pur presentando una situazione di leverage finanziario alto, presentano delle valutazioni che non tengono conto delle possibili azioni che le stesse sono in grado di utilizzare per scongiurare possibili operazioni sul capitale. Questa situazione sembra essere la conseguenza di una logica improntata alla piu' estrema generalizzazione, svincolandosi dalla quale si possono trovare interessanti opportunita' di investimento;

- molte societa' appartenenti al settore industriale, quindi con una natura ciclica, vengono svendute senza tener conto di alcune specificita' presenti nel settore che rendono alcune societa' meno cicliche rispetto alla loro percezione. Si pensi, ad esempio, a quelle realta' i cui principali clienti appartengono al settore alimentare o farmaceutico;

- il tema legato alla necessita' di attuare maggiori investimenti infrastrutturali...

frutto di una politica fiscale coesa e piu' incisiva, in ambito europeo e non solo, potrebbe creare i presupposti per favorire quelle aziende che operano nel settore delle costruzioni;

- saper guardare oltre la tempesta, svincolandosi da comportamenti emotivi di breve per lasciare spazio a principi di razionalita' rivolti verso il lungo periodo, risulta essere cruciale per saper cogliere le opportunita' presenti;

- il principio della diversificazione alla base dei propri investimenti.
Anche in un mercato dove tutto sale e tutto scende sulla base di eventi piu' macro che micro, guardare alle singole aziende noi appare come un esercizio inevitabile e alla lunga premiante.

- diversificare scegliendo non soltanto le aziende da un profilo di business solido e resiliente secondo noi va accompagnato con uno stock picking all'interno di quei settori apparentemente piu' vulnerabili, le cui valutazioni possono pero' rappresentare un importante supporto per un ritorno interessante nel medio-lungo periodo.



Società quotate AIM - Alternative Investment Market italia