Comer, approvato bilancio 2021 e dividendo a 0,50 euro

L’utile netto è stato pari a 15,9 milioni di Euro (pari al 4,5% dei ricavi 2021). La posizione finanziaria netta adjusted al 31 dicembre 2021 presenta un saldo negativo pari a 15,6 milioni di Euro, in peggioramento di 22,2 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre 2020.

di Mf Growth Italia 27/04/2022 15:00



Comer, approvato bilancio 2021 e dividendo a 0,50 euro

L’Assemblea degli Azionisti di Comer Industries S.p.A., riunitasi oggi in sede ordinaria e straordinaria sotto la presidenza del Dott. Matteo Storchi, ha approvato il bilancio della Società per l’esercizio chiuso al 31 dicembre 2021 con un utile netto di 15.883.788,69 di Euro, unitamente alla proposta formulata dal Consiglio di Amministrazione di distribuire un dividendo di 0,50 Euro per azione. Nella stessa sede l’Assemblea ha autorizzato il Consiglio di Amministrazione ad effettuare acquisti e disposizioni di azioni proprie.

L’Assemblea, in sede straordinaria, ha infine approvato il progetto di fusione transfrontaliera per incorporazione di WPG Holdco B.V. in Comer Industries S.p.A.. Commento del Presidente e CEO Matteo Storchi “Il contesto macroeconomico e geopolitico è ancora instabile ma noi, in Comer Industries, continuiamo a dimostrare non solo solidità con una chiara idea di futuro, una strategia efficace e prodotti che rispondono alla domanda di mercato, ma soprattutto il nostro impegno per continuare a essere un player di riferimento a livello internazionale” commenta il Presidente e CEO Matteo Storchi. “Il bilancio approvato oggi è lo specchio di quello che siamo: una realtà solida e sana, con una chiara ed efficace strategia e una leadership basata su credibilità e innovazione”.

Risultati economici e finanziari della capogruppo dell’esercizio 2021 Nel 2021 la capogruppo Comer Industries S.p.A. ha realizzato ricavi per 354,9 milioni di Euro e l’EBITDA adjusted si è attestato a 31,4 milioni di Euro, pari all’8,9% dei ricavi. L’utile netto è stato pari a 15,9 milioni di Euro (pari al 4,5% dei ricavi 2021). La posizione finanziaria netta adjusted al 31 dicembre 2021 presenta un saldo negativo pari a 15,6 milioni di Euro, in peggioramento di 22,2 milioni di Euro rispetto al 31 dicembre 2020.

Dividendo di competenza dell’esercizio 2021 e destinazione dell’utile di esercizio L’Assemblea ha deliberato di riconoscere agli Azionisti un dividendo per l’esercizio 2021 di 0,50 Euro per ogni azione (complessivi Euro 14.339.045,00), che andrà in pagamento il prossimo 4 maggio 2022 (c.d. payment date), con data stacco 2 maggio 2022 (c.d. ex-date) e record date 3 maggio 2022. Euro 794.189,00 verranno destinati a riserva legale e il residuo valore dell’utile di esercizio verrà destinato per Euro 750.554,69 alla Riserva Straordinaria.

Risultati economici e finanziari consolidati 2021 Sono stati presentati i risultati consolidati, già approvati il 28 marzo 2022 dal Consiglio di Amministrazione:

• Ricavi consolidati pari a 598,1 milioni di Euro, (+51,0% rispetto all’esercizio precedente), che includono quelli di Comer Industries, pari a 563,4 milioni di Euro (+42,2% rispetto al 31 dicembre 2020);

• EBITDA adjusted a 75,4 milioni di Euro pari al 12,6% delle vendite contro i 50,1 milioni di Euro del 2020, rispetto all’anno precedente in miglioramento del 50,4%; 

• EBIT pari a 56,8 milioni di Euro pari al 9,5% delle vendite contro i 30,4 milioni di Euro del 2020;

• Utile Netto a 39,4 milioni di Euro pari al 6,6% del fatturato rispetto ai 21,8 milioni dell’esercizio precedente (5,5% del fatturato);

• Posizione finanziaria netta adjusted negativa a 120,7 milioni di Euro, in peggioramento rispetto al 31 dicembre 2020 in virtù dell’operazione di aggregazione aziendale con il gruppo facente capo a WPG Holdco B.V.. Dichiarazione di carattere Non Finanziario (D. lgs. 254/2016) L’Assemblea ha preso atto della Dichiarazione Consolidata di carattere non finanziario relativa all’esercizio 2021, predisposta, in via volontaria, ai sensi del D. Lgs. 254 del 30 dicembre 2016 e già approvata dal Consiglio di Amministrazione in data 28 marzo 2022.

Autorizzazione all’acquisto e disposizione di azioni proprie L’Assemblea degli Azionisti – preso atto della Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione sulla richiesta di autorizzazione all’acquisto e alla disposizione di azioni proprie e delle vigenti disposizioni di legge e regolamentari – ha disposto la revoca dell’autorizzazione conferita dall’assemblea ordinaria del 22 aprile 2021 e ha deliberato di autorizzare l’acquisto di azioni proprie della Società in misura liberamente determinabile dal Consiglio di Amministrazione, per un valore complessivo massimo del 10% del capitale sociale, ed il compimento di atti di disposizione. Gli acquisti dovranno essere effettuati nei limiti degli utili distribuibili e delle riserve disponibili risultanti dall'ultimo bilancio regolarmente approvato al momento dell’effettuazione di ciascuna operazione. L'autorizzazione all'acquisto è stata rilasciata per un periodo di diciotto mesi a decorrere dalla data della deliberazione assembleare.

L’acquisto potrà essere effettuato per le seguenti motivazioni:

• conservazione per successivi utilizzi, ivi inclusi: corrispettivo in operazioni straordinarie, anche di scambio o cessione di partecipazioni da realizzarsi mediante permuta, conferimento o altro atto di disposizione e/o utilizzo, con altri soggetti, ovvero la destinazione al servizio di prestiti obbligazionari convertibili in azioni della Società o prestiti obbligazionari con warrant;

• intervenire, direttamente o tramite intermediari, per regolarizzare l’andamento delle negoziazioni e dei corsi e per sostenere sul mercato la liquidità del titolo, fermo restando in ogni caso il rispetto delle disposizioni vigenti;

• impiego a servizio di futuri piani di compensi e incentivazione basati su strumenti finanziari e riservati agli amministratori e ai dipendenti della Società e/o delle società dalla stessa direttamente o indirettamente controllate, sia mediante la concessione a titolo gratuito di opzioni di acquisto, sia mediante l’attribuzione gratuita di azioni (c.d. piani di stock option e di stock grant);

• impiego a servizio di eventuali futuri programmi di assegnazione gratuita di azioni agli azionisti. L’acquisto potrà avvenire ad un prezzo unitario compreso tra un minimo di Euro 20,00 (venti/00) ed un massimo di Euro 40,00 (quaranta/00) per azione, nel rispetto in ogni caso dei termini e delle condizioni stabilite dalla MAR, dal Regolamento Delegato (UE) n. 1052 dell’8 marzo 2016 e dalle prassi ammesse, ove applicabili. Il numero massimo di azioni ordinarie proprie acquistabili giornalmente non potrà essere superiore al 25% del volume medio giornaliero di azioni nella sede di negoziazione in cui l'acquisto viene effettuato, salva la possibilità di avvalersi delle eccezioni previste dalla normativa applicabile e dalle prassi di mercato ammesse. Le disposizioni delle azioni ordinarie proprie acquistate potranno avvenire, sia direttamente che per il tramite di intermediari, e senza limiti temporali, tenuto conto delle modalità realizzative impiegate, dell’andamento del mercato e dell’interesse della Società, e in ogni caso nel rispetto delle prassi di mercato ammesse, di tempo in tempo vigenti, o dalla normativa applicabile. L’acquisto e le disposizioni potranno essere effettuati secondo le modalità di volta in volta individuate dal Consiglio di Amministrazione secondo le modalità consentite dalla vigente disciplina di legge e di regolamento. Alla data della deliberazione assembleare, Comer Industries non dispone di azioni proprie e altresì le società controllate non posseggono azioni della Società.



Società quotate Growth Italia