Culti, torna l'utile nel primo semestre 2019

La società specializzata nelle distribuzione di fragranze d'ambiente ha approvato i risultati del primo semestre con ricavi a 3,6 milioni, in crescita del 18% rispetto allo stesso periodo 2018. Il gruppo torna inoltre in utile (27 mila euro) dopo la perdita dell'anno scorso

di Mf Aim Italia01/08/2019 15:00



Culti, torna l'utile nel primo semestre 2019

Il Consiglio di Amministrazione di Culti Milano S.p.A., società specializzata nella produzione e distribuzione di fragranze d’ambiente e cosmesi, quotata al segmento AIM Italia di Borsa Italiana, ha approvato oggi i risultati al 30 giugno 2019. I ricavi del primo semestre 2019 si sono attestati a 3.6 milioni di euro, in crescita del 18% rispetto ai primi sei mesi del 2018. Il potenziamento distributivo sui mercati internazionali, con una sensibile accelerazione dei mercati asiatici, ha contribuito all’incremento delle vendite in questo primo periodo dell’anno. Le vendite realizzate sul mercato domestico si attestano a 974 migliaia di euro, con una crescita del 19% rispetto all’analogo periodo dello scorso anno.

 Il mercato internazionale, che vale il 73% del fatturato complessivo, raggiunge i 2,6 milioni di euro, con un incremento significativo (+18%) rispetto al primo semestre 2018. Per quanto riguarda i canali di vendita, si registra una forte crescita sul segmento online. Il periodo in esame è stato particolarmente rilevante in un’ottica di consolidamento della società: dopo l’apertura delle nuove CULTI House sul territorio nazionale, avvenute nel corso del 2018, il rafforzamento commerciale sui mercati esteri e l’ampliamento della collezione ai profumi e alle linee “persona”.

CULTI Milano ha infatti proseguito la propria espansione con il completamento dell’acquisizione del 50,01% di Bakel Srl, società attiva nella skincare di lusso. L’accordo è stato firmato lo scorso 27 giugno 2019, mentre il perfezionamento è avvenuto il 5 luglio 2019. Per i dettagli relativi all’operazione si rinvia al comunicato stampa diramato in data 27 giugno 2019.

L’insieme di miglioramenti, commerciali e produttivi, ha permesso di realizzare un EBITDA pari a 448 mila euro, raddoppiando quello registrato nel giugno 2018, con un sostanziale assorbimento dei costi e degli investimenti conseguenti allo sviluppo del canale distributivo e all’ampliamento della collezione per i prodotti “persona”. L’EBIT, pari a 255 mila euro, è quadruplicato rispetto ai 42 mila euro dello stesso periodo dell’anno precedente.

L’utile netto di esercizio è pari a 27 migliaia di euro, a testimonianza del recupero di redditività rispetto alla perdita di 125 mila euro del primo semestre 2018. Il costante impegno all’ottimizzazione del capitale circolante, unitamente ai miglioramenti conseguiti sul fronte reddituale, ha permesso di mantenere inalterata la liquidità disponibile, pari a 3 milioni di euro, nonostante gli investimenti effettuati nel periodo e la distribuzione parziale di riserve effettuata nell’aprile scorso a beneficio degli azionisti. Tale indicatore non considera la recente acquisizione del 50,01 di Bakel Srl, che verrà contabilizzata al 31 dicembre 2019.



Società quotate AIM - Alternative Investment Market italia