Digital Magics si allea con Fastweb per sviluppare nuovi prodotti funzionali alla prossima rete 5G

Propongono insieme una piattaforma di open innovation rivolta alle pmi innovative che offrirà ad alcune di loro di poter lavorare in anticipo sulla nuova rete di telecomunicazioni e quindi mettere a punto le nuove funzionalità che la tecnologia 5G assicura. Fino al 25 novembre prossimo c'é la possibilità di iscriversi alla nuova iniziativa per la selezione delle proposte

di Pier Paolo Albricci



Digital Magics si allea con Fastweb per sviluppare nuovi prodotti funzionali alla prossima rete 5G
Il team di Digital Magics. Da sinistra Edmondo Sparano, Alessandro Malacart, cfo, Layla Pavone, chief innovation&marketing, Marco Gay e Gabriele Ronchini, co-ceo, e Alberto Fioravanti, presidente e cto

Digital Magics, il più importante incubatore di startup digitali Made in Italy, ha firmato un accordo con Fastweb,uno dei principali operatori di telecomunicazioni in Italia, per lanciare Together to 5G, la Call for Innovation per start up e Pmi.

Si tratta di un programma di open innovation che punta a creare un ecosistema di imprese digitali che diano vita a una nuova generazione di prodotti, servizi e modelli di business, che grazie al 5G potranno essere realizzati o perfezionati attraverso l’introduzione di nuove funzionalità.

Fastweb, con questa mossa, conferma la propria intenzione di posizionarsi come il primo operatore italiano pienamente convergente fisso-mobile entro il 2020 grazie alla futura rete di quinta generazione.

Together to 5G è una proposta a tutte le startup e PMI innovative, che operano nei settori della sanità, del turismo, del fintech & insurance, della cultura, della pubblica amministrazione, del retail e dell’industria e che utilizzano le ultime tecnologie, IoT, intelligenza artificiale, realtà aumentata, realtà virtuale, wearable e sensoristica avanzata, edge computing, network slicing e security.

Per partecipare a Together to 5G è necessario registrarsi entro il 25 novembre sulla piattaforma https://openinnovation.digitalmagics.com/it/challenge/together-to-5g.

Fastweb e Digital Magics selezioneranno fino a 10 progetti e inviteranno le aziende a presentare le proprie soluzioni innovative durante l’Innovation Day, che si terrà il 23 gennaio 2019, presso il campus di coworking Talent Garden di Milano Calabiana.

Saranno quindi scelte 3 startup o PMI finaliste che entreranno in un programma di co-design dove saranno supportate per sviluppare insieme a Fastweb e Digital Magics le proprie soluzioni valutandone le potenzialità strategiche, tecniche e commerciali.

Le società che supereranno la fase di co-design dimostrando di soddisfare i requisiti tecnologici e commerciali richiesti potranno successivamente accedere alla fase Lab 5G di test e di integrazione in ambiente 5G presso i laboratori di Fastweb e/o nelle aree oggetto di sperimentazione per testare sul campo, in anteprima, la futura rete e sviluppare al meglio la soluzione proposta.

Al termine di questa fase, Fastweb valuterà i risultati ottenuti, nonché il possibile inserimento delle applicazioni innovative all’interno delle sperimentazioni 5G in corso sul territorio italiano e l’integrazione nel proprio portafoglio dei servizi e dei prodotti selezionati, avviando eventualmente una partnership in ottica di Open Innovation.

«Fastweb è in prima linea nello sviluppo del 5G in Italia, possedendo già tutti gli elementi della futura rete di quinta generazione: fibra capillare, 20mila armadi pronti a ospitare le microcelle e le frequenze, quindi crediamo molto in Together to 5G per spingere ulteriormente l’innovazione verso questa tecnologia che avrà un impatto significativo in modo trasversale, su molteplici settori e servizi rilevanti per la società, arricchendo e trasformando radicalmente il mondo in cui viviamo,» ha spiegato Andrea Lasagna, Technology Officer di Fastweb.

«Grazie a Together to 5G startup e le PMI innovative avranno l’opportunità concreta di lavorare insieme a Fastweb, sia a livello tecnologico che commerciale, per sviluppare un sistema di offerta congiunto da integrare nel portfolio Fastweb,» ha sostenuto Layla Pavone, Chief Innovation Marketing e Communication Officer di Digital Magics.

«Oltre la crescita del proprio business, di vitale importanza per una neoimpresa digitale, Together to 5G rappresenta un’importante occasione strategica per le startup e le PMI: poter applicare per la prima volta e in anteprima  la tecnologia 5G, che porterà una vera e propria rivoluzione in tutti i settori, favorendo la nascita di nuove aziende e servizi,» ha concluso Pavone.

Oggi il titolo di Digital Magics, marginalmente in perdita, -0,9% a 6,2 euro, non ha registrato scambi significativi, in una giornata con l'indice decisamente in rosso.

Pochi giorni fa Digitral Magics aveva annunciato un'altra brillanteoperazione, la vendita del 9% di Talent Garden, una delle principali partecipazioni della holding, di cui resta uno dei maggiori azionisti con un altro 10%.

La quota è stata acquisita dal management di Talent Garden guidatio da Davide Dattoli, co-fondatore e ceo, che controlla la società attraverso  Heroes srl,per  3,6 milioni di euro, che garantisco a Digital Magics, azionista di Talent Garden a partire dalla fine del 2014, una plusvalenza di 3,2 milioni, 9 volte il costo della quota di capitale ceduto, con un IRR sull’operazione dell’80%.

Talent Garden, fondata a Brescia nel 2011, è tra le principali piattaforme europee per i talenti digitali; nei suoi campus lavorano, si formano e creano networking più di 3.500 talenti in tutta Europa. Presente in 8 paesi europei con 23 campus, Talent Garden è oggi il più diffuso network di co-working per il digitale del continente.

La sua Innovation School eroga corsi, master e workshop per formare giovani professionisti digitali ed executive e promuove anche programmi di alfabetizzazione digitale per i bambini. Nel 2017 Talent Garden ha realizzato ricavi consolidati per 8,9 milioni di Euro, oltre il doppio dell’esercizio precedente, con margine operativo positivo.

«Questa operazione consente al management di Talent Garden di rafforzare la propria quota, rappresenta un passaggio di valore strategico per il modello di business di Digital Magics,» aveva sottolineato Gabriele Ronchini, fondatore e ceo di Digital Magics, annunciando l'operazione.

«Con il 10%, Digital Magics rimane tra i principali azionisti di Talent Garden e conferma il ruolo fondamentale che la partecipata, insieme a Tamburi Investment Partners, a sua volta socia di Digital Magics e di Talent Garden, ha nella catena del valore ideata da Digital Magics a favore dello sviluppo dell’ecosistema delle startup e dell’innovazione in Italia», aveva continuato.

A metà settembre Marco Gay vicepresidente esecutivo e co-ceo dell'incubator, che ha in portafoglio 63 le società operative di cui 31 startup innovative e 9 Pmi innovative, aveva comunicato dati positivi per il primo semestre di quest'anno, che hanno evidenziato un valore della produzione a 1,82 milioni, in crescita del 55% sullo stesso periodo del 2017.

L'Ebitda è andato in positivo per 36 mila euro, contro un rosso di 420 mila euro nel 2017, e il risultato netto è stato negativo per 1,1 milioni (-1,3 milioni nel 2017) dopo svalutazioni di partecipazioni per 0,8 milioni.



Società quotate AIM - Alternative Investment Market italia