Digital Magics, vende il suo 13,82% di Moneymour a Klarna Bank

Il closing dell’operazione è atteso entro la data del 13 marzo 2020 ed il corrispettivo, interamente in denaro per ciò che riguarda l’acquisto della partecipazione di Digital Magics, sarà versato dall’acquirente contestualmente al closing. Il ritorno dell’investimento per Digital Magics è pari a 3 volte il capitale investito

di Mf Aim Italia13/02/2020 09:00



Digital Magics, vende il suo 13,82% di Moneymour a Klarna Bank

Moneymour, startup fondata da due imprenditori calabresi, Giacomo De Lorenzo (CEO), Michele Giannotta (CTO) e partecipata da Digital Magics, il più grande incubatore di startup basate su tecnologie innovative in Italia e quotata al mercato AIM di Borsa Italiana, con una quota del capitale sociale pari al 13,82%, è stata venduta a Klarna Bank AB.

L'acquisizione darà il via all'espansione di Klarna in Italia facendo leva sulle competenze sviluppate dalla startup nell’ analisi del rischio di credito dei consumatori. In data 11 febbraio è stato sottoscritto l’accordo di cessione della totalità delle quote di Moneymour. Il closing dell’operazione è atteso entro la data del 13 marzo 2020 ed il corrispettivo, interamente in denaro per ciò che riguarda l’acquisto della partecipazione di Digital Magics, sarà versato dall’acquirente contestualmente al closing.

Il ritorno dell’investimento per Digital Magics è pari a 3 volte il capitale investito. Moneymour è stata costituita a seguito della selezione per Magic Wand, il programma di accelerazione di Digital Magics verticale in ambito Fintech e Insurtech, nel 2018, a seguito del quale ha ricevuto anche l’investimento da parte di Reale Group.

Co-investendo con i fondatori sin dall'inizio, Digital Magics ha partecipato attivamente allo sviluppo della società, lavorando al fianco dei fondatori per indirizzare un mercato nuovo in Italia e consolidare il prodotto basato sui dati resi disponibili dalla PSD2, considerando inoltre la conformità con la normativa. In meno di un anno dalla sua costituzione, Moneymour è riuscita a costruire un team eccellente e competente, riuscendo a progettare e realizzare una tecnologia ed un prodotto completi e performanti. L'intero team di Moneymour entrerà nella squadra di Klarna, fornendo peraltro la conoscenza specifica maturata nel mercato italiano. Inoltre, la tecnologia sviluppata da Moneymour consentirà a Klarna di migliorare ulteriormente la propria capacità di underwriting.

Giacomo De Lorenzo, fondatore e CEO di Moneymour, ha commentato: "Volevamo aiutare le persone ad acquistare in maniera più facile e flessibile, introducendo i prestiti istantanei in Italia. Abbiamo iniziato la nostra avventura da soli ma adesso con Klarna avremo l’opportunità di fare lo stesso lavoro, ma una potenza molto maggiore. Klarna è il numero uno del settore in Europa, condividiamo la stessa visione e siamo pronti, insieme, a rivoluzionare il mercato italiano”. Gabriele Ronchini, cofondatore e CEO di Digital Magics e Michele Novelli, partner di Digital Magics, hanno commentato: "Abbiamo conosciuto Giacomo e Michele grazie al nostro programma di accelerazione Magic Wand Fintech. Fin dall'inizio, abbiamo capito che sono degli imprenditori eccezionali con cui si sarebbe riusciti a collaborare ed eccellere. Questa operazione dimostra che in Italia ci sono molti talenti che possono sviluppare tecnologie dirompenti e all'avanguardia e che potrebbero essere riconosciuti come tali da leader tecnologici globali come Klarna. Siamo convinti che la prossima startup leader a livello mondiale potrebbe crescere in Italia".

Matteo Cattaneo, Chief Digital Innovation Officer di Reale Group, ha commentato: “Crediamo fortemente, come Corporate Venturing, nel valore reciproco generato dalle iniziative sia per operatori consolidati come Reale Group sia per le startup. Nel caso di Moneymour l’investimento ha consentito, da un lato, a Reale Group di acquisire competenze e conoscenze in ambito fintech e servizi di pagamento innovativi e, dall’altro, alla startup di sviluppare e affinare il proprio modello di business, rendendola attrattiva agli occhi di uno dei principali attori a livello europeo nell’offerta di soluzioni di pagamento e acquisto. In quest’ottica, l’exit valorizza positivamente il percorso di crescita fatto insieme”.



Società quotate AIM - Alternative Investment Market italia