Fervi, acquisito il 100% di Rivit per 17,6 milioni di euro

Il prezzo netto d’acquisto è stato determinato in 17,15 milioni di Euro riferito al 31 dicembre 2020 oltre ad un conguaglio di 0,5 milioni relativo al risultato dal 1° gennaio 2021 alla data di perfezionamento del trasferimento delle quote. La posizione finanziaria netta al 31 agosto 2021 è positiva (cassa) per 1,5 milioni di Euro.

di Mf Aim Italia08/09/2021 07:50



Fervi, acquisito il 100% di Rivit per 17,6 milioni di euro

Fervi  S.p.A., società quotata sul mercato AIM Italia  –  Mercato Alternativo del Capitale, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A., ha acquisito in data odierna – attraverso la società neo costituita controllata al 100% Sviluppo Industriale S.r.l. – il 100% delle quote della società Rivit S.r.l. (“Rivit”) con sede a Ozzano dell’Emilia (BO); è già prevista la fusione inversa delle due società a seguito della quale Fervi deterrà direttamente il 100% del capitale Rivit. L’acquisizione si configura come un’operazione significativa ai sensi dell’art. 12 del Regolamento Emittenti AIM Italia. 

Descrizione del business svolto da Rivit Specializzata nella fornitura di sistemi di fissaggio, utensili e macchine per l’assemblaggio e la deformazione  della  lamiera,  Rivit,  fondata  nel  1973,  si  è  strutturata  in  tre  macro-divisioni: industria, edilizia e rivendita. L’azienda  si  rivolge  in  particolare  ai  settori  automotive,  carrozzeria  industriale,  elettronica, elettrodomestici, lattoneria, carpenteria e coperture metalliche. Gli  alti  standard  qualitativi  e  una  gamma  di  prodotti  completa  fanno  di  Rivit  una  realtà  ben  radicata sul mercato nazionale e internazionale. L’azienda è presente in più di 60 paesi nel mondo  grazie a una rete di distributori locali. Rivit opera all’estero anche attraverso due società controllate: Rivit Maroc e Rivit India e, tramite  distributori, in oltre 60 paesi.

Informazioni  dettagliate  sull’operazione,  sul  corrispettivo  e  sulla  relativa determinazione dello stesso La società oggetto dell’acquisizione è nata nel 2020 ed ha beneficiato del conferimento del ramo d’azienda da parte della attuale Dinamica Invest S.r.l. (ex Rivit S.r.l.). Il conferimento è avvenuto con  effetto  1°  luglio  2020,  pertanto  il  primo  bilancio  chiuso  dalla  conferitaria  Rivit  riporta  un conto economico di 6 mesi al 31 dicembre 2020.  I ricavi di vendita netti della Rivit S.r.l per l’esercizio 2020 - incluso i sei mesi ante conferimento dal  1°  gennaio  al  30  giugno  2020  -  sono  stati  pari  a  18  milioni  di  euro  (19,6  milioni  di  euro nell’esercizio 2019) con un EBITDA adjusted di 3,2 milioni di euro (17,6%) che ha risentito da un lato di un limitato calo del fatturato in conseguenza della pandemia, ma ha anche beneficiato dei provvedimenti Post Covid (i.e. CIG, costi per fiere e convegni, ecc.); il Patrimonio Netto al 31 dicembre 2020 è pari a 9,0 milioni di Euro. 

Il prezzo netto d’acquisto è stato determinato in 17,15 milioni di Euro  riferito al 31 dicembre 2020 oltre ad un conguaglio di 0,5 milioni relativo al risultato dal 1° gennaio 2021 alla data di perfezionamento del trasferimento delle quote. La posizione finanziaria netta al 31 agosto 2021 è positiva (cassa) per 1,5 milioni di Euro.

L’operazione è stata finanziata in parte con la liquidità già disponibile (40%) e per il restante con l’intervento di Banca Intesa San Paolo. Lo Studio Legale Galgano con gli avvocati Federico Galgano e Licya Spada e PwC hanno agito rispettivamente come advisor legale e advisor fiscale e contabile



Società quotate AIM - Alternative Investment Market italia