Intred, fatturato nel 1° semestre in aumento del 21% a 10,01 milioni

L’incremento del giro d’affari è stato sostenuto principalmente dalle vendite di connessioni in banda ultra larga (+48% a/a) e dalla crescita nel settore della telefonia (+17% a/a). I ricavi da servizi di Datacenter e accessori si sono mantenuti stabili mentre il settore della banda larga (-9%) e il settore RDSL (-7%) hanno registrato una contrazione, coerentemente con la decisione di Intred di incentivare il passaggio dei clienti alle connessioni in fibra ottica.

di Mf Aim Italia02/08/2019 12:15



Intred, fatturato nel 1° semestre in aumento del 21% a 10,01 milioni

Il Consiglio di Amministrazione di Intred S.p.A., operatore di telecomunicazioni quotato da luglio 2018 sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana (simbolo: ITD.MI) con un’importante presenza in Lombardia, specializzato nella connettività delle reti in banda ultra-larga, banda larga, wireless, telefonia fissa, servizi cloud e accessori correlati, per clienti Business e Retail, riunitosi in data odierna, ha esaminato il fatturato preliminare al 30 giugno 2019, non sottoposto a revisione legale, che risulta pari a Euro 10,01 milioni, in crescita del 21,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

L’incremento è stato sostenuto principalmente dalle vendite di connessioni in banda ultra larga, che sono aumentate del 48% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno; si registra inoltre una crescita significativa nel settore della telefonia (+17%). Si mantengono stabili i ricavi dei servizi da datacenter (Housing e Cloud) e accessori. Come previsto, sono in diminuzione il settore della banda larga (-9%), derivante da connettività basata su cavi in rame, e il settore RDSL (-7%), in quanto la società sta fortemente incentivando i propri clienti a passare a connessioni in fibra ottica. Si rileva inoltre che il 94% dei ricavi deriva da canoni ricorrenti, che garantiscono all’azienda continuità ed agile visibilità sulle previsioni future.

Il “churn rate” sul fatturato è pari al 4,5%. In crescita anche il numero di utenti con linee dati, passati dai 24.389 al 30 giugno 2018 ai 29.208 del 30 giugno di quest’anno, + 20%. Daniele Peli, Co-Founder e Amministratore Delegato di Intred S.p.A., ha commentato: “Continua il percorso di crescita di Intred avviato con la quotazione, i cui proventi ci hanno consentito di intensificare gli investimenti in tecnologia e innovazione. L’aumento considerevole dei contratti di banda ultra larga, trimestre dopo trimestre, conferma che siamo nella giusta direzione e che stiamo riuscendo a cogliere tutte le opportunità che il mercato ci consente. Da sottolineare infine anche la crescita del settore della telefonia, segno evidente che l’azienda è diventata punto di riferimento dei nostri clienti in tutti gli ambiti delle telecomunicazioni”.



Società quotate AIM - Alternative Investment Market italia