Maps corre sul fronte m&a: siglato accordo vincolante per l'acquisto del 100% di Iasi

Il deal prevede che Maps Healthcare rilevi l'82,97% del capitale sociale di Iasi per 4.383.387 di euro. Per la quota residua si prevede un aumento di capitale riservato di Maps. L'operazione si basa su un Ev di 5.150.000 di euro corrispondente a un multiplo sull’ebitda adjusted 2020 pari a 5,6

di Alessandro Benedetti21/07/2021 10:40



Maps corre sul fronte m&a: siglato accordo vincolante per l'acquisto del 100% di Iasi

Maps, pmi innovativa e attiva nel settore della digital transformation, ha siglato oggi un accordo vincolante per l'acquisto del 100% del capitale sociale di Iasi, azienda di produzione software specializzata nella digital transformation della sanità pubblica e privata, nonché riconosciuta per la qualità dei servizi offerti. Nel 2020 ha registrato ricavi pari a 3,2 milioni di euro, un ebitda adjusted pari a 0,9 milioni di euro e un indebitamento finanziario netto pari a -0,1 milioni di euro.

L'accordo prevede l'acquisto da parte di Maps Healthcare del 82,97% del capitale sociale di Iasi dai soci venditori, a un prezzo complessivo pari a 4.383.387 di euro che sarà corrisposto in due tranche: la prima, di importo pari al prezzo di acquisto, al netto degli importi in deduzione della prima tranche e del controvalore della seconda tranche e verrà corrisposta al closing mediante utilizzo di fondi disponibili; la seconda, di importo pari a 1,5 milioni di euro e al netto degli importi in deduzione della seconda tranche e degli eventuali indennizzi contrattualmente stabiliti, entro 10 giorni lavorativi dall'approvazione del bilancio al 31 dicembre 2023 (termine seconda tranche). A garanzia della seconda tranche, Maps Healthcare consegnerà ai venditori al closing una fideiussione bancaria a prima richiesta, rilasciata da un primario istituto di credito, di importo non inferiore a 1 milione di euro, che la società si impegna a mantenere pienamente valida fino allo scadere del termine della seconda tranche.

Relativamente alla quota residua posseduta dai soci venditori, l'accordo prevede la sottoscrizione da parte di questi ultimi di un aumento di capitale riservato. I soci venditori conferiranno a Maps, ciascuno per la rispettiva quota, una partecipazione complessivamente pari al 17,03% di Iasi a un valore convenzionale pari a 900 mila euro e sulla base di un prezzo di 4,36 euro per azione. All'esito del conferimento, i soci venditori riceveranno complessivamente un massimo di 206.422 nuove azioni Maps in concambio, che saranno soggette a lock-up per un periodo di 12 mesi. L'operazione si basa su un enterprise value stimabile in 5.150.000 di euro corrispondente a un multiplo sull'ebitda adjusted 2020 pari a 5,6.

Si sottolinea che il perfezionamento dell'operazione, previsto entro e non oltre il 30 luglio, è condizionato al verificarsi di una serie di condizioni sospensive. In particolare, è previsto che prima del closing: Cristiano Colaluca, Luigi Ambrosini e Maurizio Bonatti rassegnino le proprie dimissioni dal ruolo di amministratori e alla chiusura dell'operazione si tenga l'assemblea totalitaria per nominare i nuovi membri; i soci venditori presentino il documento per la verifica delle assunzioni al closing; sia convocato il consiglio di amministrazione di Maps per la data del closing per deliberare l'aumento di capitale riservato ai soci venditori, che sarà sottoscritto mediante il conferimento della partecipazione residuale.

"Siamo estremamente soddisfatti dell'operazione conclusa in data odierna: l'acquisizione di Iasi è perfettamente in linea con la nostra visione strategica e rafforza il nostro ruolo nel settore healthcare, arricchendo l'offerta di prodotti. Si rafforza dunque il nostro progetto basato sul portare al mercato prodotti proprietari, favorendo ricavi ricorrenti e marginalità. Siamo certi delle sinergie tra l’offerta di Iasi e l'attuale offerta healthcare del gruppo: i nuovi prodotti, che entreranno nel portafoglio, sono completamente complementari alle attuali soluzioni e consentiranno quindi di ottenere una offerta più completa, con un conseguente incremento delle vendite di soluzioni proprietarie", ha commentato l'operazione Marco Ciscato, presidente di Maps. Il titolo, quotato nel segmento Aim di Borsa Italiana, segna un rialzo del 2,56% a 2,80 euro. (riproduzione riservata)



Società quotate AIM - Alternative Investment Market italia