Officina Stellare, accordo per la realizzazione di sistema ottico per comunicazione laser

L’accordo è stato firmato da Officina Stellare in consorzio l’Università Vrije di Bruxelles, come coordinatore di progetto, e il CNR (Istituto di Fotonica e Nanotecnologia sede di Padova), e rientra nel accordo più ampio sottoscritto dalla Commissione dell’Unione Europea e Actphast 4.0.

di Mf Aim Italia25/05/2020 16:30



Officina Stellare, accordo per la realizzazione di sistema ottico per comunicazione laser

Officina Stellare S.p.A, PMI innovativa quotata sul mercato AIM Italia di Borsa Italiana, leader nella progettazione e produzione di strumentazione opto-meccanica di eccellenza nei settori dell’Aerospazio, della Ricerca e della Difesa per applicazioni sia ground-based che space-based, annuncia di aver siglato l’Innovation Project Agreement finalizzato alla realizzazione di un sistema ottico per Comunicazione Laser (TAO). L’accordo è stato firmato da Officina Stellare in consorzio l’Università Vrije di Bruxelles, come coordinatore di progetto, e il CNR (Istituto di Fotonica e Nanotecnologia sede di Padova), e rientra nel accordo più ampio sottoscritto dalla Commissione dell’Unione Europea e Actphast 4.0 (ACceleraTing PHotonics innovAtion for SME’s: a one STop-shop-incubator - rete di esperti e ricercatori fra i 24 principali Istituti di Ricerca di Fotonica in Europa) nell’ambito del programma quadro di ricerca e innovazione Horizon 2020, con l’obiettivo di fornire alle aziende e ai centri di ricerca supporto tecnologico e un single point of reference europeo per applicazioni innovative nel campo della fotonica. 

L’obiettivo del progetto TAO (Telescope embedded Adaptive Optics system) è implementare un sistema di ottica adattiva in un telescopio di medie dimensioni ed ottimizzare il sistema per la realizzazione di collegamenti di comunicazione ottica, al fine di rispondere alle nuove esigenze di velocità, sicurezza e diffusione del trasporto di dati richiesti dal mercato della New Space Economy.

Gino Bucciol, direttore dello sviluppo del Business, ha dichiarato: “Officina Stellare SpA è già da tempo parte dei principali team mondiali che stanno sviluppando la nuova generazione di apparecchiature di trasmissione ottica.  L’idea che intendiamo sviluppare sotto il supporto di ACTPHAST e in collaborazione col il laboratorio di ottica adattiva del CNR-IFN Padova, è stata ampiamente discussa coi nostri clienti e viene recepita come molto innovativa e in linea con le crescenti richieste del mercato”. 

Nel progetto TAO, i cui sottosistemi opto-meccanici, ad eccezione della parte di ottica adattiva, saranno pro- gettati, fabbricati, assemblati e testati presso Officina Stellare SpA, si cercherà di compiere un ulteriore passo tecnologico verso una soluzione industriale, semplificando ulteriormente il sistema. Si procederà allo sviluppo di design ottici dedicati e all’implementazione delle più moderne soluzioni di ottica adattiva. L’obiettivo finale del progetto è la validazione di tecnologie mirate alla realizzazione di una soluzione innovativa ottimizzata che soddisfi le esigenze di prestazione, affidabilità e costo che il mercato chiede. 

Giovanni Dal Lago, amministratore delegato, ha commentato : “Si tratta dunque di un progetto fortemente strategico per Officina Stellare SpA che ci posiziona come uno dei player di riferimento di un mercato emergente come quello della Comunicazione Laser. Per comprendere l’impatto tecnologico e le sfide sociali di questa proposta, vanno sottolineati due importanti aspetti: il primo è che solo la metà del mondo ha accesso a Internet, il secondo è che le connessioni attuali da un lato non sono in grado di supportare la sempre maggiore richiesta di trasporto di dati con le necessarie velocità e ridotta latenza, e dall’altro non riescono ad offrire gli elevati standard di sicurezza e riservatezza di cui gli utilizzatori hanno bisogno. Uno dei principali colli di bottiglia risiede nelle attuali tecnologie, principalmente basate sull’utilizzo di frequenze radio, non in grado di soddisfare queste nuove esigenze. Lo sviluppo tecnologico della Comunicazione Ottica nel Free Space (FSOC) o, più semplicemente Laser Communication è la risposta che il mondo scientifico prima e quello industriale poi stanno dando a questo bisogno reale”. 

Interconnettere le aree più remote e inaccessibili del pianeta, permettere lo sviluppo delle tecnologie IoT (Internet of Things), garantire comunicazioni veloci e sicure in grado di supportare le nuove applicazioni satellitari e finanziarie del futuro sono solo alcuni degli obiettivi sfidanti del prossimo futuro.

Ad oggi, questo è fra gli argomenti più caldi della New Space Economy e sono già molti i progetti di ricerca e sviluppo che coinvolgono istituti di ricerca e aziende, con una previsione di mercato pari a 2.92 miliardi di dollari entro la fine del 2026 - dati Acumen Research and Consulting 2018.

Il prodotto finale verrà proposto da Officina Stellare SpA sul mercato come soluzione “pronta all’uso” per la comunicazione laser bidirezionale Spazio-Terra e aggiunto alla gamma di telescopi commerciali con aperture fra i 30 cm e il metro di diametro. Target di riferimento saranno le aziende del settore delle telecomunicazioni. E’ solo l’inizio di un lungo percorso strategico che mira ad affermare

Officina Stellare come uno dei player di riferimento di questo importante mercato emergente. L’implementazione di questa linea di business passerà attraverso un continuo aggiornamento delle conoscenze e dei prodotti, mantenendoli allineati agli sviluppi tecnologici ed alle richieste del mercato.



Società quotate AIM - Alternative Investment Market italia