Pharmanutra, dopo i numeri del secondo trimestre Alantra alza il target price a 90 euro

Ricavi netti in aumento del 17% trascinati dal mercato interno. Potenziale di crescita a lungo termine dopo il brevetto per Cetilar in Cina

di Pierluigi Mandoi07/09/2021 14:46



Pharmanutra, dopo i numeri del secondo trimestre Alantra alza il target price a 90 euro

Risultati del secondo trimestre sopra le aspettative, un potenziale di crescita "notevole e ancora inespresso" e il prossimo approdo nel mercato cinese. Sono queste le ragioni che hanno portato gli analisti di Alantra a essere ottimisti sulle prospettive di Pharmanutra, la società nutraceutica nata a Pisa quotata sul segmento Star di Borsa Italiana. Il rating buy viene confermato e viene alzato il target price, da 65 a 90 euro. In questo momento il titolo viene scambiato a 70,4 euro. 

Il bilancio del secondo trimestre di Pharmanutra ha evidenziato ricavi netti di 18 milioni di euro, in aumento del 17% rispetto allo stesso periodo del 2020 e trascinati principalmente dall'aumento delle vendite sul mercato interno italiano (+32,9% year-to-year). Tra i prodotti con i migliori risultati la linea per i muscoli Cetilar (+39%) e Apportal (+136%), un integratore di vitamine e minerali utilizzato per trattare la stanchezza cronica post-covid. L'ebitda adjusted è stato di 6,4 milioni con una crescita del 20,3% dal giugno 2020. 

Il management prevede di concludere l'anno fiscale con una crescita a doppia cifra rispetto al 2020 e gli esperti di Alantra si dicono d'accordo. Ma soprattutto segnalano un grosso potenziale sul medio-lungo termine: "Dopo aver annunciato a giugno l'ingresso nel mercato tedesco, Pharmanutra ha raggiunto un altro traguardo importante nella sua espansione internazionale ottenendo il brevetto per Cetilar in Cina. Questo brevetto apre un capitolo di crescita completamente nuovo: oggi Pharmanutra è presente in tutto il mondo con i suoi prodotti, ma non ancora nei mercati più grandi per la nutraceutica (Cina, Stati Uniti, Regno Unito, Germania, Giappone)". Secondo Alantra, grazie anche alle opportunità internazionali nel periodo 2020-2023 i ricavi sono destinati a crescere a un tasso di crescita composito annuo del 15% e il margine ebitda dovrebbe arrivare fino al 27%. In conclusione "se Pharmanutra viene scambiata a un prezzo del 15% superiore rispetto a Biogaia, una delle società più simili, riteniamo che questo sovrapprezzo sia sostenibile. Pharmanutra mostra maggior potenziale di crescita, un mercato finale più forte e un'attività di ricerca e sviluppo più efficiente". (riproduzione riservata)



Società quotate AIM - Alternative Investment Market italia