Pharmanutra lancia quattro nuovi prodotti e si avvicina al massimo storico

L'azienda toscana dei fratelli Lacorte, specializzata nella produzione e vendita di complementi nutrizionali a base di ferro, sta crescendo di oltre il 20%, anche nella marginalità. Con le nuove specialità punta a rafforzare la presenza nelle strutture ospedaliere, nei trattamenti pre e post operatori. In poco più di un anno il titolo è salito del 50%

di Pier Paolo Albricci13/09/2018 13:33



Pharmanutra lancia quattro nuovi prodotti e si avvicina al massimo storico
Andrea Lacorte, pfondatore e presidente di Pharmanutra

Con un leggero rialzo, +1,3%, il titolo di Pharmanutra, l'azienda farmaceutica dei fratelli Lacorte, si riavvicina al massimo storico di 15,6 euro del 24 agosto scorso, festeggiando così il lancio di 4 nuovi prodotti, annunciato oggi alla convention dei venditori, in corso a San Vincenzo, provincia di Livorno.

Il titolo ha debuttato sul listino Aim in luglio dell'anno scorso a 10 euro.

Andrea e Roberto Lacorte, rispettivamente presidente e ceo del gruppo, che comprende anche la controllata Junia Farma, hanno presentato due specialità pronte a essere distribuite dalla rete commerciale da lunedì prossimo.

Si tratta di Apportal e SiderAL® H di PharmaNutra e SiderAL® Gocce Forte e SiderAL® Oro 14 per Junia Pharma. SiderAL® H è una nuova formulazione di Ferro Sucrosomiale® in polvere da disperdere in acqua, rivolta principalmente ad un utilizzo intra ospedaliero, spesso frequente in circostanze pre e post operatorie, e rappresenta una valida alternativa ai trattamenti più invasivi come la terapia marziale endovenosa.

Grazie allo sviluppo della Tecnologia Sucrosomiale®, brevetto del Gruppo, è stato messo a punto Apportal, il primo complemento nutrizionale che riunisce le proprietà di ben 5 minerali (ferro, selenio, zinco, iodio, magnesio), oltre a Vitamine, aminoacidi ed estratti vegetali.

Tutti i minerali contenuti in Apportal sono stati potenziati grazie alla Tecnologia Sucrosomiale®, creando quindi un prodotto unico, con proprietà antiossidanti, immunomodulanti, toniche ed energizzanti, muscolari.

I due prodotti a marchio Junia Pharma rappresentano un ampliamento della gamma SiderAL® in ambito pediatrico: SiderAL® Gocce Forte è la nuova formulazione in gocce, in cui il dosaggio di Ferro Sucrosomiale® passa a 14mg/ml, destinato ai più forti stati carenziali di ferro.

SiderAL® Oro 14 è invece il nuovo, pratico formato di Ferro Sucrosomiale® in stick orosolubile, il cui dosaggio passa da 12 a 14 mg, che corrispondono al 100% del Valore Nutrizionale Raccomandato giornaliero, utile alla prevenzione delle carenze di ferro e delle astenie degli adolescenti e delle persone anziane.

«Con SiderAL® H vogliamo consentire un uso intra ospedaliero di un complemento nutrizionale ad altissimo livello come il Ferro Sucrosomiale®, di più facile somministrazione da parte degli operatori sanitari ospedalieri, facilitandone l’assunzione in alcune patologie dove la deglutizione di capsule diventa complicata,» ha spiegato Andrea Lacorte.

«Apportal è la summa della nostra scienza, un supporto nutrizionale a 360° a disposizione degli specialisti, che aiuta la prevenzione di stati di denutrizione, decadimento muscolare, o mancanza di tono generalizzato che si presentano frequentemente durante le terapie oncologiche, nefropatiche, o nel corso di lungo degenze,» ha sottolineato Lacorte.

«Questa completa espressione delle nostre tecnologie è rara da trovare sul mercato, perché si tratta di 19 ingredienti accorpati in maniera magistrale e vuole essere il completamento della nostra eccellenza per tutti gli specialisti che affrontano gravi carenze nutrizionali. Sono prodotti che non hanno paragoni sul mercato. SiderAL® H ambisce ad essere il nostro prodotto di punta in tutti i reparti ospedalieri dove si affronta la problematica della carenza di ferro,» ha concluso.

Roberto Lacorteha invece sottolineato che SiderAL® Gocce Forte e SiderAL® Oro 14. sono nuove concentrazioni del nostro principio attivo, il Ferro Sucrosomiale®, che ci permettono di entrare in un mercato di specialisti, fondato sull’informazione medico-scientific. Con il lancio di questi nuovi prodotti, per Junia Pharma si aprono due importanti porte di accesso a settori e quote di mercato ancora inesplorate».

Il gruppo toscano nato nel 2003 sviluppa complementi nutrizionali unici e dispositivi nutrizionali innovativi, curando l’intero processo produttivo, dalle materie prime proprietarie al prodotto finito. L’efficacia dei prodotti è dimostrata mediante numerosi studi clinici, di cui 79 pubblicati con più di 5.000 pazienti trattati.

Il Gruppo distribuisce e vende in Italia attraverso una rete di 180 Informatori Scientifico Commerciali dedicati anche alla commercializzazione in esclusiva dei prodotti Pharmanutra alle farmacie di tutto il territorio nazionale.

La vendita all’ estero è garantita in oltre 70 Paesi attraverso 35 partner selezionati tra le migliori aziende farmaceutiche.

Pharmanutra ha chiuso lo scorso anno con un utile consolidato superiore a 6 milioni di euro, in aumento del 56,6% rispetto ai 3,8 milioni del 2016, e ricavi consolidati a 37,8 milioni di euro (+15,3%), trainati soprattutto dalle vendite dei prodotti a marchio Sideral e Cetilar.

L'Ebitda si e' attestato a 9,5 milioni euro (+26,3% a/a), sostenuto, oltre che dalla capogruppo, da una maggiore marginalita' delle controllate Junia Pharma e Alesco, mentre l'Ebitda margin ha superato il 25% dei ricavi, con una crescita di oltre due punti percentuali rispetto all'esercizio precedente.

Anche la posizione finanziaria netta ha registrato un forte miglioramento ed e' stata positiva per 9,1 milioni di euro, rispetto alla passivita' di 1,9 milioni nel 2016, grazie al cash-in realizzato con l'aumento di capitale perfezionato lo scorso luglio per la quotazione.

Nel primo semestre di quest'anno il fatturato è cresciuto del 20% a 22, 1 milioni di euro, e in luglio ha registrato un ulteriore miglioramente della performance.

Pharmanutra è controllata dai fratelli Lacorte con quote rispettivamente del 30% (Andrea) e 22% (Roberto). Lo scorso aprile gli analisti di Coporate Family Office hanno assegnato un target price di 17,7 euro al titolo.



Società quotate AIM - Alternative Investment Market italia