ReeVo storna, ma ha guadagnato il 35% dall'ipo

Il cloud provider, specializzato in creare casseforti digitali per le aziende, è entrato in quotazione ieri accompagnato da EnVent Capital Markets. Rispetto al debutto di 7,74 euro, ora il titolo vale 10,45 euro

di Elena Dal Maso07/04/2021 14:00



ReeVo storna, ma ha guadagnato il 35% dall'ipo

ReeVo cede oggi il 9% a 10,45 euro, ma la matricola tech di Piazza Affari ha chiuso ieri la prima sessione a 11,49 euro, dopo essere stata collocata a 7,74 euro. Quindi al momento vale il 35% in più rispetto al prezzo di collocamento.

La società di Brugherio, definita anche la Snowflake italiana, è un cloud provider focalizzato sui servizi di infrastruttura, archiviazione e cyber security,  permette alle aziende di proteggere e custodire i propri dati in una cassaforte digitale. Il book building ha registrato una domanda di circa 5,5 volte rispetto all'offerta di 5,5 milioni di euro, da parte di tutti i principali investitori istituzionali del mercato. Vi hanno quindi investito i maggiori fondi comuni italiani specializzati a Piazza Affari. 

Alla data di inizio delle negoziazioni, la capitalizzazione di mercato ed il flottante previsti erano, rispettivamente, pari a 35,6 milioni ed al 16,15% del capitale sociale di ReeVo. EnVent Capital Markets ha accompagnato la società nel percorso di quotazione sul mercato Aim Italia in qualità di Nomad-GlobalCoordinator e Research provider. 

La società ha registrato nel 2020 ricavi per 9,3 milioni di euro, con una crescita annua composta (Cagr) dal 2016 al 2020 del 33%, un ebitda di 1,8 milioni di euro (pari al 19,7%) e un utile netto di 0,8 milioni (pari all'8,4% delle entrate). (riproduzione riservata)



Società quotate AIM - Alternative Investment Market italia