AIM - Alternative Investment Market italia



Culti Milano S.p.A.

Via Santa Sofia, 27 - 20122 MILANO (MI)
Tel: (02) 49784974 Fax: (02) 49789135 Sito: www.culticorporate.com

Valori di borsa
ISIN: IT0005257347
Ultimo prezzo: € 3,51
Ora ultimo prezzo: 16/11/18 9.29.33
Var.% giorn.: 1,4451
Volume: 250
Apertura: € 3,51
Minimo: € 3,51
Massimo: € 3,51
Chiusura: € 3,51
Var.% a 12 mesi: 0,57
Capitalizzazione: (ml. di euro) 10,9 Dettaglio »

L'attuale Culti Milano nasce nel 2014 ma la sua storia risale al 1990, quando viene fondata a Milano la ex-Culti, società specializzata nella produzione di profumi per ambiente. L'azienda nasce da un'intuizione dell'interior designer Alessandro Agrati che, traendo ispirazione dalla lavorazione artigianale del rattan, crea il prodotto iconico di Culti: il diffusore a midollino, che consente di propagare le fragranze in ambienti interni, abitativi e pubblici. L'azienda ha sviluppato la propria attività diversificando il portafoglio prodotti (circa settemila articoli) che, oltre ai diffusori d'ambiente, comprendeva anche profumi, accessori per la cosmesi, l'auto e la casa. In breve tempo Culti ha fatto conoscere il proprio marchio sul mercato nazionale e internazionale, eccellendo per ricerca, qualità delle materie prime ed esclusività delle fragranze. A partire dal 2004 la quotata Intek Group, attraverso una società veicolo, ha acquisito una partecipazione nella ex-Culti. Dal 2008, tale quota è stata progressivamente incrementata, sino ad arrivare nel 2010 totalità del capitale. Nello stesso periodo è stato avviato un processo di riorganizzazione societaria volto a ottenere un riposizionamento del prodotto e del relativo marchio sul mercato di operatività e la diminuzione dei costi, attraverso la riorganizzazione dell'offerta, la riduzione del personale e la creazione di un nuovo organigramma aziendale. In particolare è stata chiusa la divisione contract & interior, ceduta la controllata Culti Day SpA, ristrutturate le reti di agenti e distributori in Italia, Europa, Giappone, Corea del Sud e Svizzera, iniziando così un percorso di vendita su scala internazionale. Sono stati inoltre creati nuovi contatti con distributori negli Usa, nel Medio Oriente e in alcuni Paesi in via di espansione, mentre sono stati chiusi alcuni punti vendita non redditizi o non sufficientemente performanti. In data 31/3/2015 la ex-Culti sottoscrive con Culti Milano un contratto di affitto di azienda avente ad oggetto il complesso di beni e diritti relativi all'esercizio dell'attività di produzione e commercializzazione, all'ingrosso e al dettaglio, in Italia e all'estero, di prodotti e accessori per l'arredamento, articoli di profumeria nonché per la somministrazione di servizi relativi al benessere e alla salute, con l'obiettivo di mantenere e consolidare il posizionamento del marchio Culti nella fascia più alta del mercato. Nel contempo la società cedente ha modificato la denominazione in Progetto Ryan 3 S.r.l. In data 19/12/2016 Culti Milano ha riscattato da Progetto Ryan 3 Srl (posta quindi in liquidazione) l'azienda oggetto del contratto di affitto, da cui era partita la propria attività. Il riscatto dell'azienda è stato effettuato per €Mn 2,2 e prevede come modalità di pagamento una rateazione in 10 anni. In seguito a questa operazione Culti Milano SpA è diventata proprietaria del marchio omonimo. Nel mese di dicembre è stato deliberato e versato l'aumento di capitale da €Mn 1,89, trasformando la società da Srl a SpA. I due soci, Intek Group e Progetto Ryan 3 in liquidazione, hanno versato: la prima l'intero importo del finanziamento soci per €Mn 1,69, la seconda euro 200mila, pari alla prima tranche del prezzo di riscatto dell'azienda. In data 27/4/2017 l'assemblea degli azionisti di Culti Milano ha approvato l'ammissione alle negoziazioni delle azioni e dei warrant su Aim Italia. I tioli ordinari, offerti a 5,2 euro per azione, sono stati ammessi alle negoziazioni a partire dal 17/7/2017.


Consiglio di Amministrazione

  • Franco Spalla (P)
  • Pierpaolo Manes (AD)
  • Giovanni Maria Casale (C)
  • Vittorio Mauri (C)
  • Vincenzo Scordino (C)

Collegio Sindacale

  • Luca Maria Manzi (PS)
  • Francesca Colombo Carnevale Mijno (SE)
  • Michele Gino Lenotti (SE)
  • Daniela Ballesio (SS)
  • Andrea Carlo Zonca (SS)

Società di revisione

  • Deloitte & Touche

Tipo azioni

  • Ord.

Numero azioni

  • 3.095.500

Principali azionisti ordinari

  • Intek Group - 72,04%

Valori di bilancio (mn. euro)

STATO PATRIMONIALE 12-16 12-15
Liquidita' 0,5 0,6
Crediti comm. 0,7 0,7
Magazzino 1,4 0,9
Altre att.corr. 0,4 0,6
Tot.att.corr. 2,9 2,8
Imm.finanziarie 0,1 1,0
Imm.tecniche nette 0,2 0,1
Imm.immateriali 2,5 0,3
Attivo 5,7 4,2
Debiti fin.breve 0,0 0,0
Debiti comm. 1,7 1,1
Altre pass.corr. 0,1 0,2
Tot.pass.corr. 1,8 1,2
Fin. a m/l 0,0 0,0
Fondo TFR 0,2 0,2
Altre pass.m/l 1,5 1,3
Quote di terzi 0,0 0,0
Patrimonio netto 2,3 1,5
Passivo 5,7 4,2

CONTO ECONOMICO 12-16 12-15
Fatturato 4,9 3,6
Consumi -1,0 -0,7
Altri costi esterni -3,0 -2,1
Altri oneri -0,2 -0,1
Costo del lavoro -0,8 -0,6
Ammortamenti -0,1 -0,1
Reddito operativo -0,2 0,2
Prov./on.fin.netti -0,1 0,0
Prov./on.diversi 0,0 0,0
Prov./on.straord. 0,0 0,0
Utile pre-imposte -0,2 0,1
Imposte reddito 0,0 -0,1
Risultato di terzi 0,0 0,0
Utile netto -0,2 0,1
Cash flow -0,1 0,1

STATISTICHE 12-16 12-15
Utile netto rett. -0,1 0,1
Utile non consolidato -0,2 0,1
Roe (%) -10,6 4,7
Tax rate (%) 15,7 43,5
Rapporto corr. (volte) 1,6 2,3
Leverage (volte) 1,5 1,8
Deb.fin./patrim. (volte) 0,0 0,0
Indebit. fin.netto -0,5 -0,6
Giorni clienti 50,0 69,9
Giorni fornitori 613,4 544,5
Dipendenti 16,0 16,0
Produttivita' 307,6 228,0
Pay-out ratio (%) 0,0 0,0
Capit.borsa/patrim. 0,0 0,0
Valore impresa (€Mn.) -0,5 -0,6
Utile rett.per azione 0,0 0,0
Utile per azione -0,1 0,0
Dividendo ord. 0,0 0,0
CF per azione 0,0 0,0
Patr.per azione (Bv) 0,7 0,5
P/U 0,0 0,0
P/CF 0,0 0,0
P/Bv 0,0 0,0

Culti Milano opera nel comparto della profumeria d’ambiente ed è stata la prima a sviluppare il diffusore a midollino (1990). Le azioni della società sono negoziate sull'Aim Italia dal 17/7/2017.


Le aspettative del management permangano positive anche per il 2017: le politiche di razionalizzazione dei costi e la penetrazione in nuovi mercati consentiranno di mantenere e consolidare le posizioni raggiunte, costituendo i punti di forza della redditività futura. L’aumento del capitale di rischio conferma la propensione dei soci ad investire risorse nella società, con la precisa volontà di fornire maggiori garanzie agli attuali e futuri creditori nonché al mercato ed agli stakeholder della società.



Società quotate AIM - Alternative Investment Market italia